venerdì 17 febbraio 2012

St.ride "Tutto va bene"

"Uno stupido scherzo per far crollare il mondo", dicono loro. Affatto stupido dico io, e per quanto riguarda il crollo del mondo, beh, ci vanno vicino.
Stiamo parlando degli St.Ride, duo genovese formato da Maurizio Gusmerini (voce e mopho) e Edo Grandi (drum machine) giunto al terzo album dopo i già ottimi "Cercando Niente" e "Primitivo", tutti per la casalinga Niente Records.
Scomparse le chitarre, rimane un'elettronica ossessiva dalle molteplici sfaccettature a far da veicolo ai testi di Gusmerini: slogan iconoclasti e nichilisti, alienati e alienanti, capaci di fare a pezzetti la banalità della società in cui viviamo con una freddezza chirurgica, gli estemporanei lampi di ira trasfigurati e sotterrati da un'effettistica disumanizzante.

Le prime vittime sono loro stessi: "Non sono io a cantare", confessa una voce stonata e monocorde in Autodenuncia, "non dico niente e lo dico male, i testi li ho copiati, la voce è finta, campionata", mentre le frequenze si accumulano e la nostra nausea con esse. Altrove la musica si fa più accessibile, come nell'electroclash in slow motion di Allo Sbaraglio o i grooves conturbanti e notturni di Turbamenti, ma i testi continuano incessantemente ad inquietare i malcapitati ascoltatori: "dove li hai messi?", e giù una sfilza di ritrovati tecnologici di ultima generazione, la chillwave, le palme, la ristorazione fusion, gli anziani. Gusmerini e Grandi non ne possono più del mondo di oggi che sguazza nel fango scambiandolo per champagne, e ci vomitano addosso tutta la bile accumulata, con nonchalance. E intanto il sound continua a martellare spaziando in un'ampia gamma di registri stilistici: il magma in ebollizione dell'oscena Mi Annoio, ovvero i Kraftwerk del terzo millennio; dei Fischerspooner ancor più robotici nella surreale Mi Piaci; la techno marziale di Gnoseologia e le derive acid house di (I can get) Soddisfazione, inno alla masturbazione ad alto tasso di bpm. E cotanto malessere si conclude con Contestazione, ovvero la rivoluzione 2.0 su Facebook per cambiare questo mondo di merda: "non mi piace andare al mare".

Un'intelligenza più unica che rara e un impatto devastante, nient'altro da aggiungere.
Gli St.Ride non sono un'esperienza piacevole, se volete divertirvi e rilassarvi c'è pur sempre la chillwave: sorriso stampato in faccia ché, in fondo, tutto va bene.

(Niente Records 2011)

St.ride - Autodenuncia from niente records on Vimeo.

Nessun commento:

Posta un commento