giovedì 19 gennaio 2012

Rella the Woodcutter "I know when it's time to get the fuck away"

Ha messo radici in casa Boring Machines Federico Macchiarella: prima uno split con i My Dear Killer, l'album "The Golden Undertow" di imminente uscita, nel mezzo questo EP di 5 brani che prova a riassumere le vaste e disparate coordinate musicali del nostro: dal caos free rock della strumentale Apocryphal, densa di rumorismi etnici e sciamanesimo drogato, al mood roots blues della splendida Are you expired?, chitarre e batteria sotto morfina e la voce di Rella che mette i brividi; dal folk speziato di psichedelia di Coward al minimalismo intimista di Bodies, chitarra da marcia funebre, voce spezzata e furia che erompe prima del silenzio; per finire Wrong Affection, autostrade di drones e noise sulle quali si staglia un songwriting superbo.
Come nel progetto Eternal Zio in collaborazione con Maurizio Abate, Valla e Roberto Maggioni, il Rella solista non disdegna sonorità lisergiche e ipnotiche ma con un maggiore occhio di riguardo per la forma canzone, vero target finale piuttosto che il trip in sé e per sé. Registrato a casa, probabilmente in quel Ca' Blasè luogo di accoglienza e ristoro per moltissimi musicisti dell'underground nostrano che si trovano a passare nel milanese, "I know when it's time to get the fuck away" ci mostra un'artista con le idee registrazione dopo registrazione più chiare e capace di una scrittura veramente Propria. Nell'attesa di "The Golden Undertow", l'antipasto promette più che bene.

(Boring Machines 2011)


Nessun commento:

Posta un commento